Roberto Tamborini a servizio del Parlamento europeo

Per far fronte ai nuovi scenari imposti a livello globale ed elaborare le migliori strategie in materia di sviluppo economico e moneta, il Parlamento europeo ha deciso di affidarsi anche agli economisti dell’Università di Trento.

nessun commento
<p value="<amp-fit-text layout="fixed-height" min-font-size="6" max-font-size="72" height="80">Se nel primo trimestre di questo 2020, le previsioni economiche erano ancora quelle di una crescita moderata per l'Area euro, sono bastate poche settimane e uno shock esogeno di proporzioni enormi per spingere bruscamente tutte le economie mondiali verso<strong> la crisi economica più grave dalla seconda guerra mondiale</strong>.Se nel primo trimestre di questo 2020, le previsioni economiche erano ancora quelle di una crescita moderata per l’Area euro, sono bastate poche settimane e uno shock esogeno di proporzioni enormi per spingere bruscamente tutte le economie mondiali verso la crisi economica più grave dalla seconda guerra mondiale.

Tra austerità, quantitative easing, emissione di Covid-bond perpetui o a lunghissima scadenza e garantiti dalla BCE, helicopter money, molti sono i suggerimenti per le risorse da mettere in campo per stimolare l’espansione monetaria in seguito allo shock da coronavirus.

Per far fronte ai nuovi scenari imposti a livello globale ed elaborare le migliori strategie in materia di sviluppo economico e moneta, il Parlamento europeo ha deciso di affidarsi anche agli economisti dell’Università di Trento. E’ di pochi giorni fa la notizia dell’incarico di consulenza affidato a tre docenti dell’Ateneo trentino per conto della Commissione dedicata agli affari economici e monetari (ECON, abbreviazione dell’inglese Committee on Economic and Monetary Affairs).

L’ECON è una commissione permanente composta da 60 eurodeputati, attualmente presieduta dall’economista italiana Irene Tinagli (il precedente presidente della Commissione, dal 2014 al 2019, era stato l’attuale ministro dell’Economia e delle Finanze Roberto Gualtieri). Si occupa di raccogliere ed esaminare il lavoro realizzato da varie unità di esperti attentamente selezionate, per poi sottoporre i risultati di tali studi agli altri parlamentari europei sotto forma di documentazione istruttoria su temi di politica monetaria.

Attraverso un bando internazionale indetto dalla Commissione, l’incarico ed è stato assegnato ai professori Roberto TamboriniLuigi Bonatti e Andrea Fracasso, tutti ordinari di Scienze economiche e statistiche del Dipartimento di Economia e Management e, nel caso Roberto Tamborini, responsabile economico del LIW.

A partire da questo autunno e per i prossimi quattro anni, Tamborini, Bonatti e Fracasso lavoreranno alla stesura dei rapporti preparatori per gli incontri trimestrali dell’ECON – i cosiddetti “Dialoghi monetari” – con l’intento di fornire della solide basi per elaborare le future strategie in materia di sviluppo economico e moneta.

Per il LIW questo incarico rappresenta un motivo di orgoglio e, allo stesso tempo, una preziosa occasione di visibilità per le proprie attività di ricerca in ambito economico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...