25 Aprile 2020 

nessun commento

25 Aprile 2020. 
75° anniversario della liberazione dall’occupazione nazista e dal regime fascista in Italia.

WhatsApp Image 2020-04-25 at 16.47.32.jpeg

“Dopo l’8 settembre 1943, con l’annuncio dell’armistizio, la dissoluzione dell’esercito, l’occupazione tedesca e l’avanzata anglo-americana, inizia per gli italiani il periodo più drammatico della Seconda guerra mondiale. Dopo un’ininterrotta serie di guerre di aggressione che, a partire da quella all’Etiopia nell’autunno del 1935, rappresentano una costante della politica estera nazionale, tocca all’Italia divenire teatro di scontri tra eserciti, e tra eserciti e popolazione civile. Le città bombardate, lo sbarco alleato, l’occupazione tedesca; e anche la guerra partigiana, i renitenti nascosti, le zone di montagna rastrellate, la guerra civile, cioè l’oggetto della nostra narrazione e delle nostre analisi, sono il risultato di una scelta che viene da lontano. La guerra feroce, appiccata anni prima in luoghi distanti, esotici, in qualche modo fantastici (l’Etiopia, l’Albania, la Grecia, le immense steppe russe), ha ormai intaccato il suolo nazionale, fin nelle vallate alpine, nei borghi sonnecchianti di provincia. In patria, solamente dal ’43, dopo lo sbarco in Sicilia degli Alleati, la vocazione guerriera e i sogni di grandezza imperiale disvelano compiutamente la loro carica distruttiva.” 

Santo Peli,
Storia della Resistenza in Italia (Einaudi)

La celebre canzone dei partigiani eseguita dal coro dell’Armata Rossa

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...