Le conseguenze economiche e sociali della deregolamentazione del mercato del lavoro

nessun commento

A partire dalla prima metà degli anni Novanta, i paesi dell’Europa continentale hanno avviato un processo di riforme che ha profondamente modificato l’assetto del mercato del lavoro.

Le conseguenze economiche e sociali di questi anni di riforme sono state oggetto di discussione nel corso del convegno “Arbeitsmarktreformen und Lohn(in)stabilität” (Riforme del MDL e instabilità salariale) organizzato dall’IPL, l’Istituto Promozione Lavoratori di Bolzano.

Il professore Paolo Barbieri, del gruppo LIW, ha presentato un approfondimento relativo alle ricadute sulle possibilità di lavoro e di vita di tale deregolamentazione, riassumendo i principali risultati di anni di ricerca.

Dati alla mano, ha mostrato come la deregolamentazione del mercato del lavoro e il processo di riforme adottate negli ultimi 30 anni non hanno portato più occupazione, ma solo maggiore flessibilità. L’effetto principale di tali riforme è stato infatti solamente quello di aumentare il turnover, rendendo problematico l’accesso a forme di lavoro stabili e favorendo l’intrappolamento nel precariato.

Tali conseguenze negative non solo hanno avuto ricadute economiche, ma si sono tradotte anche in conseguenze sociali. Per le donne, ad esempio, si sono tradotte in un rinvio della transizione al primo figlio e quindi in famiglie meno numerose.

Emerge anche come le ricadute economiche e sociali del lavoro ‘flessibile’ dipendono dai contesti istituzionali e si producono con maggior facilità nei contesti di welfare ‘sub-protettitvo’ qual è quello dei Paesi mediterranei.

Seppur il mercato del lavoro nel Trentino Alto Adige goda generalmente di buona salute, alcuni effetti a livello locale emergono soprattutto per le coorti dei più giovani, i quali appaiono oggi maggiormente colpiti dagli effetti positivi o negativi della congiuntura economica.

Al seguente link sono disponibili le SLIDES e i VIDEO dei contributi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...