Addio a Johnny Clegg, l’uomo che con la musica ha contribuito alla lotta all’apartheid

nessun commento

E’ morto a Johannesburg Johnny Clegg, una vera leggenda e icona musicale del Sud Africa.

Nato nel Lancashire nel 1953, Clegg si trasferì in Sud Africa all’età di sei anni, quando la politica dell’apartheid era nel pieno del suo iter di segretazione e discriminazione. A 15 anni incontrò Charlie Mzila, un lavoratore domestico e musicista di strada che gli insegnò la lingua e lo introdusse alla musica tradizionale della cultura Zulu. Unendosi con la popolazione degli immigrati neri di Johannesburg, in un epoca in cui l’apartheid sopprimeva la mescolanza urbana, imparò a suonare la chitarra nel genere maskandi.

In seguito ha esplorato la sua idea di musica “crossover” con le band multirazziali Juluka e Savuka.  La sua è sempre stata una musica militante, una voce sempre in prima fila nella lunga lotta contro l’apartheid.

Lo ricordiamo riproponendo il video della sua canzone “Asimbonaga” – che in lingua zulu vuol dire “non l’abbiamo più visto” – il brano dedicato a Nelson Mandela quando questi era detenuto a Robben Island.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...